Blog, Comparatore

Assicurazione RC Auto Familiare: che cos’è e come funziona

Il 16 febbraio 2020 è entrata in vigore la nuova Rc Auto familiare, l’evoluzione della legge Bersani, vigente dal 2007.

In sostanza, il passo in avanti sta nell’aver ampliato il numero di beneficiari diretti della Legge Bersani, e con la quale verrà garantito un risparmio maggiore per le tantissime famiglie che possiedono più di un veicolo, auto o moto che sia.

Ecco come funziona, chi può richiederla e quali sono i suoi vantaggi per la famiglia.

RC Auto familiare: che cos’è?

In seguito alla modifica relativa all’art. 134 del Codice delle Assicurazioni Private (CAP), con il Decreto Fiscale 2020 è stata introdotta la nuova RC Familiare, anche detta Bonus Malus familiare, che ha determinato un’estensione del Decreto Bersani in tema di ereditarietà della classe di merito.

Il Bonus Malus familiare può essere applicato all’assicurazione auto e moto, consentendo di passare il Bonus Malus da un’auto a un’altra auto, ma anche da un’automobile a una moto e viceversa.

Rispetto al passato, gli assicurati hanno quindi la possibilità di acquisire una classe di merito più conveniente al momento dell’acquisto di una nuova polizza auto/moto o in fase di rinnovo dell’assicurazione auto/moto.

Rc Auto familiare
Rc familiare – Auto e Moto

Cosa cambia rispetto alla Legge Bersani?

L’assicurazione familiare differisce dalle innovazioni della Legge Bersani per due principali punti.

Rispetto alla Legge Bersani, l’assicurazione RC Familiare permette di:

  • 1. trasferire la classe di merito anche a vetture che appartengono a categorie differenti: per esempio da auto a moto (e viceversa), da moto a furgone (e viceversa) oppure da auto a furgone (e viceversa);
  • 2. trasferire la classe di merito, non solo al momento dell’attivazione di nuove assicurazioni auto o moto, ma anche in fase di rinnovo di polizze.

Con la Legge Bersani, invece, era possibile ereditare la classe di merito solo su una stessa tipologia di veicoli.

Come funziona l’RC Auto familiare?

La legge si applica a tutti i membri della famiglia che vogliano acquistare un veicolo nuovo oppure usato.

Una volta che si dovrà assicurare un mezzo, auto o moto che sia, sarà possibile fargli acquisire la classe di merito più conveniente tra quelle maturate su un veicolo di proprietà intestato a uno dei componenti del nucleo familiare.

Per fare un esempio pratico, con la nuova RCA famiglia (o Legge Bersani 2020) se avete un qualsiasi veicolo in prima classe (sia auto, moto, scooter, quad, etc) e volete assicurare un veicolo aggiuntivo, quest’ultimo verrà assicurato con la stessa classe, pertanto la migliore maturata.

Per dimostrare di far parte della stessa famiglia, occorre dotarsi di un certificato di Stato di Famiglia,  richiedibile presso l’Anagrafe, online o per posta. Le modalità di richiesta possono variare in base al proprio comune di residenza.

Assicurazione familiare e Malus

Secondo gli ultimi aggiornamenti, la legge potrebbe subire alcune modifiche in tema di Malus.

Un emendamento al DL Milleproroghe stabilirebbe che in caso di sinistro stradale, in alcuni casi a scadenza dell’RC Familiare, si potrà subire un declassamento fino a 5 punti della classe di merito. Questo accadrebbe nel caso in cui:

  • l’incidente stradale sia provocato da un conducente con RC Familiare legata a veicolo diverso dalla tipologia di vettura dalla quale eredita la classe di merito;
  • l’indennizzo è superiore ai 5 mila euro.

Quando richiedere l’RCA familiare

L’RC auto familiare può essere richiesta subito dopo aver acquistato una vettura (nuova o usata) oppure in fase di rinnovo della polizza con la stessa compagnia assicurativa.

RC familiare: quali veicoli

Come per la Legge Bersani, la RC familiare passa da auto ad auto. La classe di merito migliore, raggiunta dall’auto di un familiare, viene automaticamente trasmessa anche al nuovo veicolo.

L’RC Familiare rappresenta una novità particolarmente interessante anche per chi desidera trasferire la migliore classe di merito da auto a moto o viceversa. Il bacino più ampio di consumatori che potrà beneficiare dell’RC familiare saranno soprattutto le famiglie che possiedono almeno un’automobile e un motoveicolo.

Rc auto Famiglia

Chi può usufruire dell’RC familiare

  • L’assicurazione familiare può essere richiesta dall’intestatario dell’assicurazione auto, ovvero dall’assicurato;
  • L’RC Auto familiare è rivolta anche ai membri del nucleo familiare dell’assicurato.

In fase di richiesta dell’assicurazione familiare, è consigliabile specificare, attraverso il certificato dello stato di famiglia, chi è compreso nel nucleo familiare e chi può usufruire del bonus.

Chi ne è escluso

  • Chi non rientra nel nucleo familiare dell’assicurato non può richiedere l’RCA familiare;
  • E’ escluso anche chi ha provocato incidenti stradali e possiede un attestato di rischio con uno o più sinistri negli ultimi 5 anni.

 

Pagina 1 di 1

You Might Also Like