Blog, Comparatore

La polizza RC Auto: cos’è e cosa copre?

Cos’è la polizza RCA?

La polizza RCA (abbreviazione di Responsabilità Civile Autoveicoli) è il contratto concluso tra l’assicurato e la compagnia assicurativa che liquida i danni materiali o fisici causati dal veicolo a terzi in caso di sinistro. L’accordo prevede il pagamento del cosiddetto premio da parte dell’assicurato che viene calcolato su base annuale.

  • L’assicurazione RC Auto, obbligatoria per legge, copre il veicolo anche quando è in sosta.
  • Se l’auto non viene utilizzata e viene custodita in luogo privato (ad es. un garage), il contratto non è stipulabile.
  • Deve essere invece obbligatoriamente assicurata, anche se non utilizzata, se parcheggiata in luogo pubblico.
  • Senza copertura RC, in Italia è impossibile circolare con veicoli a motore.

 

RC-Auto

I massimali

Se la vettura possiede una regolare copertura, gli eventuali danni causati da un sinistro saranno risarciti dalla compagnia nei limiti previsti da un massimale, la cifra massima (definita al momento della sottoscrizione del contratto) che la stessa assicurazione risarcisce in caso di incidente.

Il massimale minimo, garantito per legge, è attualmente di 6.070.000 € per danni alle persone e di 1.220.000 € per danni alle cose: oltre queste soglie, l’assicurato sarà chiamato a rispondere con il proprio patrimonio. Si possono prevedere massimali anche superiori, che corrispondono a un premio assicurativo più alto a carico dell’assicurato.

Cosa copre?

Nella polizza obbligatoria di responsabilità civile è inclusa la copertura assicurativa di:

  • Danni causati a terze persone dalla circolazione del veicolo e di un suo eventuale rimorchio;
  • Danni involontariamente causati a terzi dai passeggeri durante la circolazione del veicolo;
  • Danni causati a terzi durante la circolazione del veicolo illecitamente guidato da figli minori all’insaputa del contraente;
  • Danni materiali causati a terze persone dall’incendio dell’automobile;
  • Danni provocati a terzi durante il carico o scarico del veicolo senza l’ausilio di mezzi meccanici;
  • Per le auto-scuola: danni causati a terzi durante la guida dell’allievo, purché presente un istruttore abilitato;
  • Per i veicoli a vario titolo noleggiati: danni a cose di terze persone trasportate.

Cosa non copre?

Abbiamo detto che la polizza RC copre i danni provocati dal veicolo dell’assicurato a persone, animali o cose a seguito di un sinistro, ma non garantisce la copertura di eventuali danni fisici subiti dal guidatore che ha causato l’incidente.

In certi casi, l’assicurazione, pur dovendo indennizzare il danneggiato, può pretendere la restituzione di quanto pagato. Sul contratto di polizza, questi sono sono indicati come rivalse.

In altri casi, la copertura non è operante: si parla di esclusioni, nelle Condizioni Contrattuali sono elencate tutte le casistiche non coperte dal contratto RC.

Fino al 2012, i contratti RC Auto godevano del cosiddetto tacito rinnovo. Dal primo gennaio del 2013, tale proroga automatica per l’anno successivo è stata definitivamente abolita dal Decreto di Sviluppo bis.

I vantaggi per i contraenti

Sono molti: in primis, la libertà di cambiare compagnia assicurativa senza preoccuparsi di clausole contrattuali limitanti. E infine, la maggiore concorrenza sul mercato ha forzato le compagnie assicurative a rivedere i prezzi dei prezzi proposti.

Pagina 1 di 1

You Might Also Like